Uno sport per ogni età

Lo sport fa bene a tutte le età? Senz’altro sì, essendo in grado di donare molti benefici fisici e psichici, portando a un miglioramento dell’efficienza di muscoli e articolazioni e prevenendo diversi problemi di salute legati all’anzianità.

Secondo uno studio della University of California di San Francisco, l’esercizio costante ma “leggero” preverrebbe addirittura l’insorgere dell’osteoartrite: i risultati della ricerca mostrano infatti come un’attività fisica troppo scarsa, così come una eccessivamente intensa, aumenterebbe il rischio di deterioramento della cartilagine articolare.

Ogni sport va praticato in modo corretto, cercando di evitare carichi di lavoro eccessivi, potenzialmente causa di stress fisici o infortuni, e affrontandolo con allenamenti graduali e calibrati sull’età dello sportivo.

Per ogni fascia d’età esistono comunque sport più o meno adatti, e bisogna inoltre essere consapevoli che con il passare degli anni il fisico risponde in maniera differente alle sollecitazioni, e che l’attività deve essere modellata seguendone i cambiamenti.

In termini generali e soltanto indicativi, si può dire che gli sport di resistenza come il nuoto o il ciclismo, che non sottopongono muscoli e articolazioni a sforzi eccessivi, possono essere svolti senza rischi per tutto il corso della vita.

Bisogna però chiarire che stiamo parlando di attività che si è cominciato a svolgere da giovani: altro discorso è iniziare da zero con un nuovo sport, costringendo il fisico a subire sollecitazioni a cui non è mai stato abituato. In questo caso, si può in linea teorica stabilire una linea di confine intorno ai 40 anni, dopo la quale non è più consigliabile intraprendere per la prima volta attività anaerobiche e di potenza, ma anche tutti gli sport cosiddetti “di contatto”.