La fisiologia delle articolazioni

fisiologiaLe articolazioni sono strutture complesse che, congiungendo le ossa del nostro corpo, ci consentono di muoverci liberamente, permettendo allo stesso tempo allo scheletro di svolgere la sua funzione di sostegno.
Nel corpo umano sono circa 360, tutte strutturalmente molto diverse fra loro, a seconda della funzione e del tipo di movimento che devono compiere.

Sono definite semplici o composte, quando mettono in contatto rispettivamente 2 o più capi ossei, ma la distinzione più importante è quella tra sinartrosi (articolazioni immobili come quelle delle ossa del cranio) e diartrosi (dotate di ampi movimenti, come l’articolazione della spalla).

Esistono anche articolazioni semimobili, le anfiartrosi, dotate di movimenti limitati come quelli della colonna vertebrale.
Legamenti e capsule articolari garantiscono la stabilità delle articolazioni mobili, mentre la cartilagine (tessuto connettivo elastico e resistente) svolge l’importante funzione di ridurre l’attrito che si genera nel contatto fra i capi ossei.

Il liquido sinoviale contenuto all’interno della capsula articolare funziona poi da lubrificante e “nutrimento” delle cartilagini.
Dischi e menischi sono infine strutture cartilaginee che contribuiscono ad ammortizzare gli urti e le sollecitazioni, come ad esempio nel ginocchio.